Volley Superlega, la Bcc si piega al Padova, ma quante recriminazioni

0

Nel posticipo della nona giornata di SuperLega UnipolSai, Padova porta a casa i tre punti non senza difficoltà contro una BCC a due facce che, dopo un primo set in sofferenza trova linfa nuova dalla panchina e sfiora la vittoria nel secondo e terzo set.

Con la formazione rivoluzionata a metà a partire dal secondo set, la New Mater ha reso vita dura ai patavini che sono stati appena più lucidi nei momenti clou nel chiudere set e partita.

Cirovic (14) e Nelli (16) restano positivi in attacco, con Polo attento a muro anche nei momenti clou e questo aiuta la Kioene a passare indenne l’ostacolo pugliese. La BCC dal canto suo paga per quella serenità che manca e deve ritrovare, probabilmente causa di qualche palla caduta malamente nella metà campo pugliese e che poteva girare in maniera diversa.

Per Castellana da sottolineare l’impatto positivo degli ingressi dalla panchina con il giovane Rossatti autore di un’ottima prova senza timori, insieme a Cazzaniga Canuto cui va aggiunta la bella partita di Athos Costa (14 punti con 4 muri) ben servito da Paris grazie ad una ricezione tornata di nuovo ad alti livelli grazie ad un Cavaccini preciso  contro un avversario che peraltro ha battuto molto bene. Mentre la squadra di Baldovin rientra a Padova con il quinto posto provvisorio in classifica, ritrovare tranquillità è la parola d’ordine per il futuro di Castellana Grotte in una stagione ancora lunga che ha ancora tante cose da raccontare.

LA GARA

Buona partenza dei pugliesi che sfruttano bene un ottima battuta di Tzioumakas, 5-1; Randazzo risponde dai nove metri e trova due ace consecutivi per il vantaggio ospite, 5-6; sbaglia in attacco la New Mater e padova allunga, 8-11; la battuta di Polo trova l’errore di Hebda, 9-13; non molla la Bcc che rientra ancora con la battuta di Tzipumakas 14-14; si arriva al 20 pari poi Hebda sparacchia fuori un attacco che rimanda Padova avanti di due, 20-22: Nelli manda i suoi al set ball con la battuta e Cirovic chiude un primo set, 21-25, con l’attacco pugliese in grande sofferenza a dispetto di una buona ricezione.

​Secondo set con Padova che vola grazie ai tanti errori dei locali che costringono il tecnico castellanese a stravolgere la formazione; Rossatti per Morerira, Canuto per Hebda e Cazzaniga per Tzioumakas provano a rinvigorire una Bcc davvero spenta e con un ampio margine da recuperare, 9-16; ci si mette anche il videocheck che inspiegabilmente non rileva una palla fuori dall’asta altrettanto misteriosamente non vista dalla coppia arbitrale. Di rabbia i padroni di casa risalgono la corrente, 14-17 con i cambi che mettono in campo tanta concretezza e Rossatti che attacca bene senza paura. La rimonta è solo sfiorata però perchè dopo aver annullato due set point la palla del 24-24 , schiacciata di prima da Costa, cade invece beffarda sulla linea dei nove metri dopo il rimbalzo del muro mandando gli ospiti avanti due set a zero, 23-25.

Resta in partita la Bcc nel terzo set e con grande merito vista la formazione con tre cambi dalla panchina; Cazzaniga firma il 10 pari , risponde Nelli col contrattacco del 10-12; Padova tiene il vantaggio con Nelli ma soprattutto con Cirovic, 15-17; Il muro di Cazzaniga costringe al timeout Padova, 16-17, ma Virus si ripete alla battuta 18 pari . Arriva un occasione ghiotta in contrattacco ma la palla che arriva dalla ricezione patavina cade malamente nel campo pugliese con la Bcc che si ritrova nell’azione dopo , 18-20; Paris a muro ritrova di nuovo  il pari a venti poi Costa spreca la palla del 21 pari con Randazzo che ritrova campo e punti , 21-23.

Come un leone ferito la Bcc non molla neanche stavolta con Cazzaniga a muro proprio su Randazzo, 23-23; Castellana al  set ball con l’errore di uno spento Randazzo ma si va ai vantaggi; Padova la chiude 28-30 con l’ultima azione in cui la palla, difesa da Cazzaniga, si spegne ancora una volta beffarda nella metà campo pugliese.

LE DICHIARAZIONI

Roberto Cazzaniga (Bcc Castellana Grotte) “Avremmo meritato di più sicuramente, ci manca sempre un po’ di convinzione e di essere più cinici nelle palle da chiudere che ci sono costate forse secondo e terzo set. Chi è entrato dalla panchina ha mostrato le proprie qualità come Rossatti che ha fatto vedere di poter stare in campo. Abbiamo avuto frenesia nel chiudere qualche punto  che poteva portarci ad allungare la gara. Dobbiamo trovare serenità ma la strada è quella giusta.”

Pino Lorizio (BCc Castellana Grotte) “Stiamo passando questo momento in cui anche la fortuna non ci è vicina ma nello sport è così quando le cose non vanno bene anche la sfortuna – senza voler giustificare nulla – viene evidenziata ancora di più. Io in questa squadra ho sempre creduto , i ragazzi hanno dato tutto sia chi è entrato dalla panchina che chi è uscito; dobbiamo avere pazienza e lavorare meglio sono sicuro che una vittoria ci sbloccherà.”

Dragan Travica (Kioene Padova) “Volevamo vincere questa partita ma non è mai facile e questa partita l’ha dimostrato, non abbiamo brillato nel gioco anche per meriti di Castellana che ci ha messo in difficoltà ma siamo stati bravi a trovare il guizzo vincente e siamo contenti della vittoria.”  ​

Lazar Cirovic (Padova) “Questa partita è stata molto difficile per noi e siamo contenti di averla vinta; Castellana è una buona squadra che ci ha messo in difficoltà specie nel finale dei set ; è la nostra terza vittoria consecutiva e speriamo di continuare così.”

IL TABELLINO

Bcc Castellana Grotte vs Kioene Padova 0-3  (21-25, 23-25, 28-30)

BCC Castellana Grotte: Paris 3, Moreira 5, De Togni 6, Ferreira Costa 14,  Tzioumakas 1, Hebda 3, Cavaccini (L), Canuto 2, Cazzaniga 9,  Rossatti 6, Garnica 0, Ferraro NE, Zauli NE, Pace (L) NE . All. Lorizio. batt. sb. 13, ace 3,  ric. pos. 64% prf. 46%, attacco 38%, muri 10, errori 21.

Kioene Padova: Travica 1, Cirovic 14, Polo 11 , Nelli 16, Randazzo 7 , Volpato 3, Balaso (L), Koprivica 4, Sperandio 0, Peslac NE, Premovic NE, Gozzo NE,  All. Baldovin. batt. sb 9, ace  5,  ric. pos. 63% prf. 40%, attacco 49%, muri 11 , errori 17.

ARBITRI: Cesare, Zavater. NOTE – durata set: 26′, 29′, 32′, TOT. 87′. Spettatori 1000 CIRCA  MVP CIROVIC

nella foto di Gianni Consaga un attacco di Costa (Castellana) 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.