Volley, torna al successo l’Exprivia Neldiritto Molfetta: espugnata Ravenna

0

Ritorna la vittoria in casa Exprivia Neldiritto Molfetta che batte Ravenna in cinque set e conquista due punti preziosissimi che la portano a quota 11 in classifica. Il lavoro qualitativamente notevole messo in atto da Vincenzo di Pinto la scorsa settimana ha dato i suoi frutti: Candellaro mette a terra 13 punti (di cui 4 a muro); sempre al centro Bossi, nominato MVP del match, totalizza 12 centri. In banda, di Pinto rinuncia a Noda Blanco non al meglio inserendo il solito Sket e Francesco Del Vecchio, quest’ultimo stabile in ricezione. Lo schiacciatore sloveno, invece, mette giù 19 centri facendo letteralmente impazzire la retroguardia ravennate. Non da meno il capitano, l’opposto olandese Wytze Kooistra autore di 18 centri. Il tutto orchestrato dal palleggiatore cubano Raydel Hierrezuelo, in notevole crescita e autore di una prova maiuscola sia in sede di assist verso i compagni che in battuta, visti i suoi tre ace.

E’ tornata alla vittoria l’Exprivia Neldiritto Molfetta, gli alti e bassi delle scorse partite sono spariti. I biancorossi impongono il loro modo di giocare seppur privi di Piscopo e dello schiacciatore spagnolo Noda Blanco. Lo fanno al meglio, convinti delle proprie potenzialità e giocando alla pari contro giocatori qualitativamente validi come Clemen Cebulj (top scorer del match con 24 punti, 5 dei quale dalla battuta), e Jani Jeliazkov con venti centri messi a terra. La squadra di Kantor è solida ed arrivava col favore dei pronostici a questo incontro. Capitan Mengozzi fa il suo dal centro, il brasiliano Enrico Zappoli viene letteralmente preso di mira in battuta dai giocatori dell’Exprivia Neldiritto andando in difficoltà in ricezione.

Si ripete, dunque, il risultato dello scorso anno fra CMC Porto Robur Costa Ravenna ed Exprivia Neldiritto Molfetta con le due squadre che anche in versione “Superlega” hanno dato vita ad un incontro frizzante, giocando una buona pallavolo da entrambe le parti. Se proprio Molfetta dovesse recriminare, potrebbe chiedersi i motivi della mancata vittoria da tre punti. Ma il sole è tornato nello spogliatoio biancorosso: tutta la squadra è pronta ora ad affrontare i Campioni d’Italia della Cucine Lube Banca Marche Treia nella gara del giorno di Santo Stefano al PalaPoli (si comincerà alle ore 18).

LA GARA. Un match dalle due facce con i biancorossi avanti di due set e determinati nel terzo a chiudere l’incontro. Dall’altra parte Ravenna vuole mettere in cassaforte la qualificazione alla Coppa Italia, non sfigurando certamente davanti al proprio pubblico.

Sin da subito l’Exprivia Neldiritto conduce il match Subito in campo le due squadre (Molfetta con Hierrezuelo al palleggio, nel Ravenna fuori Koumentakis per infortunio, al suo posto il brasiliano Zappoli) le scelte dal centro premiano Molfetta, il resto lo fanno la premiata ditta Kooistra e Hierrezuelo e Molfetta avanti 8-5 nel primo set. Molfetta, dopo aver conquistato il timeout tecnico, arriva al 18.13 dopo l’attacco out di Cebulj. Ravenna è un po’ fallosa, nel finale di set è lo stesso Celbulj a costringere di Pinto a richiamare i suoi dopo l’ace che riporta Ravenna in partita a -2 (16-18). Sket porta Molfetta al ventesimo punto (20-17), Zappoli mura Kooistra 20-18. Del Vecchio, mette giù il punto del 23-20. Hierrezuelo in battuta mostra la dinamite nelle braccia e mette giù l’ace del 25-20 con Molfetta avanti di un set.

Nel secondo parziale i padroni di casa partono forte ancora con Cebul su battuta 3-0. Di Pinto rinfresca le idee ai suoi, ma Zanatta, opposto brasiliano più alto della Superlega, mette giù il 5-2. Mengozzi porta Ravenna a +5 dalla battuta (10-5), Cester non contiene l’attacco di Kooistra e siamo sul 13-9. Tenta di restare attaccata al match Molfetta con Candellaro, Zanatta attacca out (14-12) e Kantor lo sostituisce con Jeliazkov. Pipe di Sket 18-17, e l’Exprivia Neldiritto è nuovamente in partita visto che poco dopo, Hierrezuelo compie un pallonetto a due mani verso la retroguardia avversaria, firmando il vantaggio molfettese 19-18. Ravenna non ci sta, ma è sempre sotto di uno (22-21); di Pinto inserisce Blagojevic, Bossi firma il 23 pari. Cebulj porta i suoi al primo set ball 24-23, Cester mura out e pari 24 fra le due formazioni. Risolve ancora Hierrezuelo 26-24 e punto conquistato in classifica per Molfetta.

Nel terzo parziale, ancora Jeliazkov in campo per Ravenna, l’Exprivia si presenta con la stessa formazione iniziale. Reagisce, e anche parecchio, Ravenna in questa frazione concedendo pochissimo a Molfetta. Jeliazkov gioca bene, Cavanna lo serve in maniera altrettanto dignitosa. Più fluido il gioco dei padroni di casa che arrivano sul 22-14, dopo due videocheck vinti, ipotecando seriamente la vittoria del parziale che sarà poi definitivamente chiuso da Mengozzi 25-17.

La quarta ripresa è caratterizzata dalla sostanziale parità fra le due squadre con Molfetta concentrata e attaccata al gioco. Break di Ravenna 12-8, firmato Cebulj-Jeliazkov, la quale cerca di portare il match all’ultimo parziale con Molfetta pronta a sferrare l’attacco decisivo e conquistare l’intera posta in palio. Bossi è efficace anche a muro e porta Molfetta a -2 (13-11); Kantor chiama timeout, sul 17-15 per Ravenna, di Pinto inserisce Noda Blanco al posto di Del Vecchio. Mengozzi e soci arrivano presot al 24-21, chiude il set il solito Cebulj 25-22.

E’ un altro Ravenna quello in campo nell’ultimo parziale. Kooistra 4-1 Molfetta, al cambio di campo i biancorossi conducono 8-3. Mengozzi tira out 10-4, Hierrezeulo accende un po’ gli animi ricevendo il cartellino giallo dall’arbitro Pasquali, dopo aver messo però a segno l’ace che vale 11-4 sul tabellone. Punto successivo di Candellaro, Ravenna è fallosa nella rotazione 13-5. La partita termina con il mani out di Sket 15-5.

Hanno detto:

Francesco Del Vecchio:”Mi aspettavo di essere preso di mira sulle battute di Ravenna e così è stato. Penso di aver dato il meglio anche in questo fondamentale che ci ha permesso di giocare bene nei primi due set. Nel quarto potevamo chiudere ma è cresciuta Ravenna complessivamente così come l’opposto Jeliazkov. Nel quinto la battuta ha fatto la differenza, ci voleva questa vittoria che, seppur da due punti, ci dà nuova linfa per proseguire il campionato”

Vincenzo di Pinto:”I ragazzi sono stati molto bravi perché Noda Blanco e Piscopo per noi rappresentano due certezze sulle quali non abbiamo potuto contare.Delvecchio, che è di queste parti ha dato molta fiducia ai suoi compagni, Hierrezuelo cresce sempre di più e va bene anche questo. Ora c’è la Lube e daremo tutto per poterla impensierire”

CMC RAVENNA – EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA 2-3 (20-25, 24-26, 25-17, 25-22, 7-15)

CMC RAVENNA: Mengozzi 10, Cavanna 2, Zappoli 11, Gabriele, Jeliazkov 20, Goi (L), Zanatta Buiatti 5, Cester 11, Bari (L), Mc Kibbin, Cebulj 24. Non entrati Ricci, Koumentakis. All. Kantor.

EXPRIVIA NELDIRITTO MOLFETTA: Candellaro 13, Noda Blanco, Sket 19, Del Vecchio 5, Spirito, Romiti (L), Kooistra 18, Bossi 15, Blagojevic 1, Hierrezuelo 6. Non entrati Puliti. All. Di Pinto.

ARBITRI: Pasquali, Zucca. NOTE – durata set: 25′, 27′, 22′, 26′, 14′; tot: 114′.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo