Xylella, battaglia bipartisan a Bruxelles per il reimpianto di varietà resistenti

0

“Dopo la nostra interrogazione della settimana scorsa, la Commissione europea sta valutando la possibilità di eliminare il divieto di impianto di varietà di olivo che hanno mostrato di essere più resistenti alla xylella fastidiosa nelle aree infette delle province di Lecce, Taranto e Brindisi. Si tratta, se sarà confermata, di un’apertura importante su una misura indispensabile per creare le condizioni per un rilancio dell’attività imprenditoriale degli olivicoltori della zona”.

Questa la dichiarazione degli europarlamentari Paolo De Castro e Raffaele Fitto al termine della Commissione agricoltura di questa mattina, durante la quale rappresentanti della DG Salute della Commissione europea hanno riferito sul problema della xylella fastidiosa, analizzando il caso italiano, francese e tedesco e cioè dei paesi dove è stata identificata la presenza del batterio.

“La Commissione, come richiesto dagli europarlamentari – proseguono De Castro e Fitto – ha già disposto il blocco delle importazioni di piante ornamentali dal Costa Rica, principale causa della diffusione del batterio in Europa”.

“Abbiamo inoltre ricevuto rassicurazioni – hanno concluso gli europarlamentari pugliesi – circa la grave misura richiesta dalla Commissione per l’abbattimento, nella zona cuscinetto, delle piante anche sane nel raggio di cento metri da quelle infette. Questa misura infatti al momento non sarà applicata a seguito dell’estensione della zona infetta di 40 Km verso Nord, a meno che non vengano rinvenuti focolai nella zona cuscinetto”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.