Xylella, la Commissione vara il disegno di legge

0
Un ulivo affetto da Xylella fastidiosa

La IV Commissione della Regione Puglia ha approvato all’unanimità il disegno di legge che prevede “misure di tutela delle aree colpite da Xylella fastidiosa”.

Sarà vietato per almeno 15 anni, il mutamento della destinazione urbanistica e agricola, dei suoli in cui vi sono ulivi dichiarati monumentali. Non sarà possibile quindi cementificare in quelle aree dove saranno necessari interventi di espianto a causa dell’infezione.

“Una scelta resa necessaria dal timore che la necessità di abbattere le piante infette, possa determinare l’attivazione di espedienti che porterebbero alla diffusione della malattia per raggiungere scopi speculativi al fine di utilizzare ampie zone a scopi diversi da quelli agricoli – hanno spiegato gli assessori Fabrizio Nardoni e Angela Barbanente.   Tutte le organizzazioni di categoria presenti alle audizioni in Commissione hanno espresso apprezzamento per il lavoro svolto da Governo regionale per arginare questo fenomeno chiedendo massima allerta, con una particolare attenzione al danno economico che tutta questa vicenda sta determinando”.

Soddisfatto Luigi Mazzei di Forza Italia per il vincolo ristretto solo ai terreni con ulivi monumentali. “Ancora una volta la Regione ha dovuto fare marcia indietro facendo perdere tempo prezioso agli olivicoltori salentini nella lotta senza quartiere alla Xylella. E’ stata bocciata all’unanimità l’estensione del vincolo di destinazione urbanistica su tutti i terreni infestati dal batterio killer per ben 15 anni. Il vincolo, come è giusto e naturale che sia e come avevamo proposto noi di Forza Italia con un ordine del giorno approvato all’unanimità l’8 luglio scorso, sarà esecutivo soltanto su quei terreni in cui insistono ulivi monumentali”.

“Nessun ritardo nei tempi, nessuna indeterminatezza ma il necessario approfondimento scientifico e le conseguenti direttive, linee guida, finanziamenti, rapporti con il governo nazionale. L’applicazione vincolante e non facoltativa delle linee di indirizzo per contrastare l’epidemia ci sembra una richiesta che assessorato e Giunta possono ulteriormente fare propria – hanno sottolineato i consiglieri del gruppo di Sel – a rinforzo delle disposizioni e della normativa italiana ed europea che di per sé determinerebbero un conseguente comportamento per tutti gli agricoltori”.

“Abbiamo poi contribuito, predisponendo l’apposito emendamento, al varo unanime della legge di tutela che riguarderà – con il divieto per le trasformazioni urbanistiche – le aree degli ulivi monumentali già tutelati dalla Regione Puglia con specifica legge regionale, unica in Europa. Si è così dimostrato che il lavoro in Commissione aiuta la Puglia a risolvere i problema e antepone la concretezza degli stessi alle polemiche inutili”.

Condividi
Redazione
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Commenta l'articolo