Polignano, in mostra alla Fondazione Pascali il Carnevale di Putignano

0
Carnevale di Putignano 2015

L’arte della cartapesta approda a Polignano a Mare. La Fondazione “Pino Pascali” apre le sue porte al Carnevale di Putignano e alla mostra “Lo spettacolo della cartapesta. Tra arte e tradizione”. Il percorso espositivo, nato dalla collaborazione tra le due Fondazioni, sarà visitabile fino al 6 gennaio 2019.

L’inaugurazione, a ingresso libero, è in programma per sabato 10 novembre alle ore 18:00. A fare da cornice alla mostra e allietare la serata, il concerto a cura della Fondazione “Paolo Grassi” di Martina Franca. Protagonisti, con un repertorio musicale che va da Maurice Ravel a Chick Corea e Leonard Bernstein, il trio “Gioconda De Vito” – la formazione in residence della Fondazione composta da Silvia Grasso (violino), Gaetano Simone (violoncello), Liubov Gromoglasova (pianoforte). Durante la serata inaugurale la mostra sarà visitabile gratuitamente.

L’esposizione è l’occasione per scoprire un’antica arte ricca di tradizioni, creatività e passioni. La storia della cartapesta putignanese in cui argilla e gesso, carta e colore, danno forma a manufatti unici e irripetibili nel loro genere da ben 625 anni. Un percorso espositivo che racconta il processo di lavorazione della cartapesta, arricchito da una selezione di bozzetti e manufatti. Per scoprire come nascono i carri allegorici che animano lo spettacolo a cielo aperto più colorato e allegro di Puglia, oltre a mostrare la duttilità di un materiale semplice ma ricco di potenzialità espressive. Perché la cartapesta è sempre più spesso, oggi, utilizzata nella realizzazione di scenografie per teatri e concerti o come materiale didattico per laboratori dedicati a grandi e bambini. E proprio i più piccoli saranno i protagonisti di momenti creativi, occasioni per “mettere le mani in carta”, dare forma a piccole opere in cartapesta e immergersi nella magia del Carnevale di Putignano. Una magia tutta da vivere prendendo parte a “Lo spettacolo della cartapesta. Tra arte e tradizione”.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.