Donazioni di sangue, vantaggi e svantaggi

0

Svantaggi? Quali svantaggi nelle donazioni di sangue? Potrebbe essere questa la prima reazione nel leggere il titolo di questo articolo. Vedersi infilare un aghetto minuscolo nel braccio? Essere costretti ad una abbondante colazione per “recuperare” il mezzo litro di sangue prelevato? La scusa del “tanto non succederà a me mai di averne bisogno”?

Da tempo [QUI IL NOSTRO SPECIALE] abbiamo approfondito l’argomento, dando voce a scienziati, volontari e cercando di approfondire ed analizzare la situazione della donazione del sangue in Puglia che, soprattutto in estate, è una vera e propria emergenza sanitaria.

Gli appelli non bastano mai. Ed è perfino banale richiamare tutti quanti all’esigenza delle donazioni di sangue. Eppure non potevamo non restare colpiti dalle parole di un nostro amico, sulla sua bacheca facebook. Parole semplici e non banali, precise e non scontate. Abbiamo deciso di rivolgerle a tutti i nostri lettori. Perchè donare una piccola parte del proprio sangue è un dono prezioso.

A parlare è Francesco Ricci.

“Oggi sono andato a donare il sangue. Perchè è così importante donare il sangue? Confrontiamo i vantaggi contro gli svantaggi.

VANTAGGI

1- ALTRUISMO: Spesso non abbiamo idea di quante persone hanno bisogno di trasfusioni, dai pazienti affetti da talassemia a quelli che subiscono traumi e simili (ad esempio incidenti stradali o altro). Con la donazione si contribuisce letteralmente a salvare delle vite umane.

2- SALUTE: donando sangue intero si ha un ricambio di tutte le componenti del sangue, specialmente la frazione corpuscolata (globuli rossi in primis). Nel giro di alcune donazioni (che avvengono circa ogni tre mesi nei donatori abituali) si riesce ad avere un ricambio completo di tutto il sangue e quindi si stimola l’organismo a “funzionare meglio”.

3- FORMA: Per chi fa sport, c’è un miglioramento della performance a partire dal quindicesimo giorno successivo alla donazione.

4- PREVENZIONE: il donatore riceve a casa, nel giro di una decina di giorni, le analisi del sangue GRATIS ogni volta che effettua una donazione. Quindi chi è donatore abituale è praticamente sotto controllo continuo, dato che normalmente si dona ogni tre mesi. E non avete idea di quanto sia preziosa la fase di prevenzione delle malattie, che permette di diagnosticare qualsiasi tipo di eventuale problema di salute. Ci sono persone che grazie alla pratica della donazione hanno scoperto di avere delle patologie e sono riusciti a curarle proprio perchè “prese in tempo”.

5- SICUREZZA: se il donatore è abituale, il fatto che sia controllato ogni 3 mesi rende il prodotto “sangue” altamente sicuro per chi andrà a riceverlo.

6- GIORNO LIBERO AL LAVORO: chi dona sangue ha diritto, per legge, ad avere la giornata lavorativa libera

7- PARCHEGGIO con il tesserino dell’AVIS, posso parcheggiare (ovviamente gratis) direttamente all’interno della struttura ospedaliera durante le ore in cui si può donare.

8- COLAZIONE dopo aver donato, il centro trasfusionale rilascia il buono ristoro con cui si ha diritto alla colazione (ovviamente gratis) presso il bar del plesso ospedaliero.
(i punti 7 e 8 sono più che altro una simpatica aggiunta, che serve a dare più colore a questo post)

SVANTAGGI

1- NESSUNO

2- NESSUNO

3- NESSUNO

4….

Quindi la vera domanda non è “Perchè è importante donare il sangue?”, ma piuttosto “Perchè no?”.

Buona donazione a tutti voi”.

Non c’è altro da aggiungere… se non che un piccolo gesto potrebbe significare davvero una vita salvata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.