Sta orami diventando una preoccupante costante, ma dopo Empoli e Venezia il Bari di Fabio Grosso deve riscattarsi, deve dimostrare di essere uscito dal tunnel delle sconfitte. Deve dimostrare che “le pressioni” non hanno scalfito tutto il buono costruito nei mesi precedenti. Ed è questo l’obiettivo di mister Grosso: “Vogliamo riportare serenità nell’ambiente. Abbiamo voglia di ripartire e dare una soddisfazione ai tifosi che se lo meritano”.

Non si nasconde (finalmente) l’allenatore del Bari, assumendosi le responsabilità, d’altronde come ormai è consueto nel mondo del calcio, di ciò che succede nella squadra: “Sono il primo responsabile di questa squadra – dice – soprattutto quando le cose non vanno. Per questo lavoriamo in settimana. Non è facile mostrare grinta quando le cose non vanno bene. Ma più che mancanza di grinta c’è timore. Il mio percorso è sempre stato contraddistinto dal coraggio, il coraggio di provare a fare le cose. Quello che abbiamo avuto quando siamo stati tanto in alto più di quanto ci aspettavamo”.

Tutto però con serenità d’animo e professionalità: “Sono convinto che ho a disposizione un gruppo sano e serio. Sappiamo che abbiamo una responsabilità grandissima. Io sono sereno nel fare quello che faccio, sapendo che nello sport momenti positivi e negativi si alternano. In questo momento non arrivano i punti e giustamente qualcosa viene messo in discussione”.

Out Oikonomou, Cissè, Salzano (rottura del legamento crociato), Brienza in dubbio per una botta, come Tello rientrato solo ieri.

LA PROBABILE FORMAZIONE

MICAI; SABELLI, DIAKHITÈ, MARRONE, ANDERSON; BUSELLATO, BASHA, TELLO; IMPROTA, FLORO FLORES, GALANO

Nessun commento

Rispondi