Fa il bagno con il cellulare: 14enne belga muore folgorato nella vasca

0

Spesso trattiamo il nostro cellulare con eccessiva superficialità, dimenticandoci di quanto sia comunque pericoloso maneggiare la corrente elettrica. Spesso, soprattutto i più giovani, lo vedono come una emanazione dei propri arti e del proprio cervello e non, come invece dovrebbe essere, come uno strumento elettrico che, in quanto tale, va utilizzato sempre con la massima cautela.

E la cronaca di questi giorni ci racconta, tragicamente, di quanto possa essere pericoloso, a volte, il cellulare.

E’ morto folgorato domenica notte nella vasca da bagno, mentre cercava di ricaricare il cellulare. E’ successo a un ragazzo belga di 14 anni di Pont-de-Loup (Aiseau-Presles).

Il giovane, secondo le prime ricostruzioni, sarebbe stata vittima di una tragica fatalità. Trasportato all’ospedale Marie Curie, i tentativi di rianimazione sono stati vani. L’adolescente morì poco dopo il ricovero.

Il telefono galleggiava nella vasca da bagno. Hugo, il nome dell’adolescente, era un giovane calciatore ed aveva un fratellino e una sorella maggiore.

Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, è l’ennesima tragedia rimbalzata alle cronache che ci lascia increduli e attoniti.  Ancora una volta in discussione i rischi connessi all’uso di telefonini e smartphone che sono diventati oggetti insostituibili nella vita di ognuno di noi. Proprio per questo, è necessario che le case produttrici adottino maggiori accorgimenti, anche in termini d’informazione ai consumatori per evitare che si ripetano casi analoghi.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.