Masserie sotto le stelle: torna la magia della campagna tarantina

0

Celebrare la notte più luminosa dell’anno al ritmo della musica e delle danze popolari, gustando tutto il meglio della tradizione enogastronomica tarantina: il 10 agosto 2018, per la sua settima edizione, tornerà “Masserie sotto le stelle, insieme con la pizzica”. L’evento è organizzato da CIA Agricoltori Italiani della Puglia, Area Due Mari, in collaborazione con l’Associazione culturale “Gaia Onlus” di Castellaneta, il GAL Luoghi del Mito, Vivi Web Tv e APOL Associazione di Produttori Olivicoli.

Si partirà da Castellaneta e da Castellaneta Marina, alle ore 17.30 di venerdì 10 agosto 2018, per raggiungere alcune destinazioni a sorpresa, più masserie del territorio dove tutto sarà allestito alla perfezione, come di consueto, per vivere una manifestazione ricca di colori, musica, divertimento, all’insegna della grande cultura rurale e contadina della Puglia. Le location sono segrete: come ogni anno, solo gli organizzatori conoscono la destinazione. Si tratterà di luoghi suggestivi, caratteristici, capaci di esprimere la vocazione rurale della Puglia. È obbligatoria la prenotazione.

Per partecipare, è necessario prenotare contattando il recapito telefonico 099-8442079. Per info, è attivo anche l’indirizzo email duemaritabr@cia.it.

I posti sono limitati, per partecipare dunque è consigliabile effettuare al più presto la prenotazione.

I partecipanti potranno trascorrere una piacevole serata immersi nella natura, assaporando i valori autentici della vita agreste, alla scoperta dei tesori della terra. Negli anni, la grande festa in campagna della notte di San Lorenzo ha portato nelle masserie ospiti di tutte le età. Tra gli ingredienti della serata, ci saranno immancabilmente le eccellenze pugliesi con una degustazione di prodotti tipici, danze popolari a cura del gruppo folk dell’Associazione Culturale Gaia e, naturalmente, lo spettacolo offerto dalle stelle cadenti.

Condividi
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Rispondi