Per il terzo turno di Coppa Italia, si fronteggiano allo stadio Marassi di Genova Genoa e Lecce, quest’ultimo reduce dalla vittoriosa prestazione contro FeralpiSalò. Dopo i novanta minuti regolamentari finisce con un poker che elimina i giallorossi, troppo sotto tono questa sera, dalla competizione. Partita che non lascia spazio a dubbi o interpretazioni. Liguri troppo forti, salentini troppo scialbi, soprattutto in difesa. 4 a 0 il risultato finale.

Il Genoa, che vuole far rispettare le gerarchie, passa subito in vantaggio, al secondo minuto del primo tempo, con il polacco Piatek che batte a due passi l’incolpevole Vigorito.

Qualche colpa ce l’ha sicuramente la difesa Lecce che lascia libero l’attaccante dei grifoni. Il Lecce prova a reagire con qualche attacco ma poco convinto. Al sesto del primo tempo sale in cattedra Vigorito che tiene in gioco i salentini parando un tiro a tu per tu di Pandev. Il polacco bissa al nono minuto quando la difesa del Lecce ancora una volta troppo ferma si lascia superare senza colpo ferire. Al diciannovesimo Piatek colpisce ancora, per la seconda volta di testa, sfruttando alla perfezione un assist proveniente dalla destra. Il Lecce per tutto il primo tempo a parte qualche conclusione da fuori non si fa mai temere dalla difesa genoana. La difesa sembra essere ancora fuori schema e concede troppe volte al Genoa la possibilità di impostare l’azione liberamente. Al ventitreesimo si ripete il duello Pandev-Vigorito e ha ancora una volta ragione il portiere salentino. Al trentanovesimo arriva il quarto gol di Piatek, ancora una volta di testa, su calcio d’angolo.

Nel secondo tempo Liverani prova un po’ a mischiare le carte con qualche cambio, ma la partita scivola tranquilla con il Genoa che controlla il risultato già acquisito. Il Lecce un po’ stanco, un po’ lento e sotto tono non riesce ad approfittare delle occasioni che i padroni di casa concedono. Saraniti riesce a sporcare i guantoni a Marchetti al 74′ ma senza grossi pericoli. Nonostante il risultato schiacciante, il Lecce onora la partita fino alla fine cercando di segnare il gol della bandiera. Gol che fino alla fine non arriva.

Ora i giallorossi aspettano i sorteggi del calendario di Serie B per concentrarsi sulla nuova stagione.

IL TABELLINO

Genoa (3-4-3) Marchetti, Spolli (Gunter 59′), Criscito, Romulo, Piatek (Lakicevic 60′), Kouamè, Biraschi Pandev (Bessa 72′), Lazovic, Zukanovic, Hiljemark. A disposizione: Vodisec, Radu, Gunter, Lopez, Mazzitelli, Rolon, Bessa, Dalmonte, Pereira, Lakicevic. Allenatore: Ballardini

Lecce (4-3-1-2) Vigorito; Lepore (Fiamozzi 59′), Cosenza, Marino, Calderoni; Petriccione, Arrigoni, Mancosu; Falco; Torromino (Haye 71′), Pettinari (Saraniti 65′). A disposizione: Bleve, Chironi, Saraniti, Haye, Dumancic, Dubickas, Tsonev, Tabanelli, Legittimo, Fiamozzi, Armellino. Allenatore: Liverani

Marcatori: Piatek 2′; Pjatek 9′; Pjatek 18′; Pjatek 38′

Arbitro: Federico La Penna di Roma (Stefano Alassio di Imperia e Gianmattia Tasso di La Spezi)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.