La Notte della Taranta ha fatto ballare New York nel Columbus Day [VIDEO]

0

Cosa hanno in comune la Puglia e New York? Tanto, anzi tantissimo. Una terra lontana come gli Stati Uniti, e la metropoli atlantica in particolare, che parlano ancora la nostra lingua, ma soprattutto i nostri dialetti con centinaia di migliaia di italo-americani anche di terza e quarta generazione che ci vedono, dall’altro lato dell’Oceano, come lontani cugini che rappresentano le proprie radici e che, ogni tanto, è bello riabbracciare.

E nel giorno dell’orgoglio italiano negli Stati Uniti (italian-pride), nel Columbus Day, dove è tutto un susseguirsi di pasta, tricolori e vecchie canzoni italiane, la Puglia ha fatto la voce grossa nella sfilata di New York, probabilmente la più grande manifestazione di italiani nel mondo (compresa l’Italia).

E la Notte della Taranta ha fatto ballare New York City. Oltre un milione di persone hanno assistito, sulla Fifth Avenue, alla Columbus Day Parade che per la prima volta quest’anno ha visto sfilare la Regione Puglia con una sua delegazione ufficiale guidata da Michele Emiliano.

A rappresentare la Regione e tutti i pugliesi in terra d’America c’erano l’assessore Raffaele Piemontese, Luca Scandale coordinatore del Piano strategico del Turismo Puglia365, Bernardo Notarangelo responsabile delle Politiche internazionali della Regione, Massimo Manera presidente della Fondazione La Notte della Taranta, insieme a una rappresentanza dei Pugliesi nel Mondo di New York e di America.

“Una grande occasione di promozione turistica della Puglia negli Stati Uniti d’America  – ha dichiarato Emiliano – partecipare al Columbus Day ci ha consentito di raggiungere non solo i tantissimi visitatori presenti alla parata ma anche milioni di americani che seguono l’evento in diretta televisiva. La Puglia ha avuto enorme visibilità, la musica e i balli della Notte della Taranta hanno coinvolto un pubblico enorme. La missione adesso proseguirà con incontri istituzionali di grande rilievo e con il mondo dell’impresa”.

I musicisti e i ballerini dell’Orchestra Popolare sono sbarcati per la prima volta al Columbus Day. Icona culturale perfetta per celebrare la rinascita della Puglia, dei luoghi incontaminati, dell’arte e dell’innovazione, La Notte della Taranta, per festeggiare il compleanno dell’America ha proposto uno spettacolo ricco di emozioni con le potenti ed esplosive pizziche della tradizione salentina che hanno ormai varcato i confini nazionali conquistando il pubblico e i turisti.

I tamburelli colorati con le “zagareddrhe” tricolore  e la t-shirt con scritto  I Love Puglia e #WeAreinPuglia hanno lanciato un messaggio di condivisione della bellezza di una regione pronta ad accogliere i turisti americani.

“È motivo di grande orgoglio rappresentare la cultura pugliese – spiega Massimo Manera, presidente della Fondazione La Notte della Taranta – Un’iniziativa speciale che, grazie alla Regione Puglia, offre la possibilità di promuovere l’attrattiva culturale della musica popolare  all’estero e per lo sviluppo del turismo verso la Puglia, consolidando la competitività del Salento nell’autorevole palcoscenico internazionale”.

Uno dei principali scopi istituzionali di questa trasferta a New York era quello di promuovere la Puglia in America come meta turistica possibile e sostenibile avendo la possibilità di raggiungere un pubblico così ampio.

Gli Stati Uniti, insieme al Canada, rappresentano infatti un mercato di grande interesse per la Puglia; un mercato che è cresciuto moltissimo negli ultimi anni, con un vero e proprio raddoppio negli arrivi dal 2010 a oggi (+ 108% gli arrivi e + 85% le presenze). Nella top ten delle presenze turistiche, gli Usa sono al settimo posto e rappresentano il terzo mercato che cresce di più nei primi sette mesi del 2018, dopo Paesi Bassi e Polonia.

Grande è l’interesse dei buyer USA di cui è prevista un’ampia partecipazione anche alla edizione del Buy Puglia 2018. E, oltre ai numeri, si riscontra sui media americani più prestigiosi una grande attenzione per la Puglia: le sue masserie/resort, il cibo pugliese, i paesaggi rurali, i borghi e le cattedrali, le tradizioni.

Quale migliore biglietto da visita per le nostre strategie turistiche?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.