Cerignola, distrutta l’auto del Capitano dei Carabinieri. La solidarietà del mondo politico

0

Il vile attentato incendiario che ha visto andare distrutta la vettura del comandante della compagnia carabinieri di Cerignola, il capitano Michele Massaro, non ha mancato di trovare l’unanime solidarietà del mondo politico.

Una bomba, un incendio, che ha voluto colpire il comandante di una Stazione in prima linea nella lotta alla criminalità, piccola e grande, che ha reso Cerignola famosa, purtroppo, in questi ultimi anni, soprattutto per i fatti di cronaca.

L’altra notte alcuni ignoti, infatti, hanno dato alle fiamme la Bmw di proprietà dell’ufficiale  parcheggiata in via Toppo le Ceneri nel comune ofantino, distruggendo il vano motore e quasi tutta la parte anteriore dell’abitacolo.

E che sia stata presa di mira proprio l’auto potrebbe anche essere un chiaro indizio dell’origine dell’attentato, considerando le numerose operazioni dei Carabinieri e delle altre forze dell’ordine messe a segno negli ultimi mesi contro la ricettazione delle automobili rubate e dei pezzi di ricambio, che a più riprese hanno visto Cerignola e diversi sodalizi criminali al centro delle investigazioni e delle operazioni di Polizia.

Il primo cittadino di Cerignola, Franco Metta, ha voluto esprimere la sua vicinanza al capitano Massaro “per il vile e disgustoso atto ai danni della sua auto messo a segno dai soliti nemici della Nostra Città, nemici della giustizia e della legalità”.

Solidarietà è stata espressa anche dal senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri: lo Stato sarà ancora più forte. “Tutta la mia vicinanza e solidarietà all’Arma dei Carabinieri e al comandante della Compagnia di Cerignola. L’attentato subito è gravissimo e suona come una sfida allo Stato che sta facendo sentire la sua presenza. Sono certo che la farà sentire ancora più forte, accanto alla maggioranza di persone perbene che non lasceranno sole le forze dell’ordine, come pure i magistrati che ogni giorno sono in prima linea a difendere i diritti e la sicurezza dei cittadini”.

“A nome della Lega esprimo sincera solidarietà all’arma dei Carabinieri e soprattutto al Comandante della Compagnia di Cerignola, Capitano Michele Massaro, per l’attentato doloso subito questa notte in cui ignoti hanno dato alle fiamme la sua autovettura.
É un fatto di una gravità inaudita, una provocazione allo Stato che non può restare e non resterà senza risposta. Come ho detto qualche giorno fa, dopo la eccellente e storica operazione antimafia di qualche giorno fa nell’area di Foggia, ora è il tempo che arrivino ordine e legalità a Cerignola e nel Gargano”. A dichiararlo in una nota il Consigliere regionale e Segretario regionale della Lega-Salvini Premier, Andrea Caroppo.

Giannicola De Leonardis, consigliere regionale, è sulla stessa linea: “la grave intimidazione subita dal comandante della compagnia dei Carabinieri di Cerignola rappresenta un gesto di una gravità inaudita e sconcertante, che deve produrre nelle istituzioni e nei cittadini una reazione durissima e coesa contro qualsiasi violenza e illegalità, e risposte coraggiose e doverose in difesa dei valori fondanti e imprescindibili della nostra comunità. Al capitano Michele Massaro, alla sua famiglia, all’Arma e alle forze dell’ordine tutte la più sentita e sincera solidarietà e vicinanza”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.