Un design inconfondibile, ed un nome che ha fatto la storia dell’automobilismo. Anche nel 2018 la Fiat Panda si conferma l’auto più amata dagli italiani. Con 124.266 unità è stata, infatti, la macchina più venduta dell’anno in Italia, con volumi superiori di quasi due volte e mezzo rispetto alla seconda classificata (la Renault Clio).

La parte del leone del mercato automobilistico in Italia si conferma ad appannaggio della Fiat, che oltre alle autovetture nuove, è leader anche per il parco autovetture circolanti: oltre 37milioni di autovetture complessive fatta di mezzi di nuova generazione a cui si accostano autovetture in giro da tanti anni, fino ad arrivare a numerose auto d’epoca.

Trovare dei pezzi di ricambio nuovi a buon prezzo non è mai facile ma per fortuna esiste internet con le sue infinite opportunità. Un sito che può essere di grande aiuto in questo senso è www.tuttiautopezzi.it.

Soprattutto considerando che secondo le stime dell’Unrae (Unione rappresentati autoveicoli esteri) l’età media delle autovettura che circolano sulle strade italiane è di 11 anni circa.

Appare fondamentale, allora, una manutenzione dell’autovettura usata costante e adeguata. Per evitare che una macchina datata diventi obsoleta, e quindi lentamente inutilizzabile, è bene cambiare regolarmente l’olio ed i filtri, controllare il corretto funzionamento delle parti meccaniche soggette ad usura, verificare periodicamente lo stato dei pneumatici ed anche effettuare periodiche ispezioni approfondite sullo stato di usura di freni, tergicristalli e luci.

Non sempre, infatti, è necessario buttare la propria vecchia auto ed acquistarne una nuova. La vita dell’autovettura può essere allungata di qualche anno (senza esagerare) con una corretta manutenzione. Naturalmente fatta da mani esperte e con i giusti interventi.

Anche perchè uno dei maggiori pericoli per la sicurezza del guidatore e dei passeggeri, è senza ombra di dubbio la scarsa manutenzione del proprio mezzo: i veicoli che non ricevono una manutenzione programmata regolarmente, non sono affidabili e potrebbero funzionare male durante il loro utilizzo.

Ecco che allora è bene annotare (o far annotare dal proprio tecnico di fiducia) su una sorta di manuale di manutenzione del mezzo la data di acquisto di ogni singolo pezzo di ricambio e dei consumabili (olii, freni, pneumatici, luci…), in maniera da poter programmare al meglio ogni intervento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.