Bari, 20 cassonetti bruciati in una notte: Decaro e Persichella in Questura per la denuncia

0
cof

Una vera e propria notte di vandalismo quella che è trascorsa a Bari. In alcune vie del centro cittadino, infatti, sono stati completamente bruciati circa 20 cassonetti stradali per la raccolta dei rifiuti su nove postazioni diverse.

E questa mattina il sindaco Antonio Decaro e il presidente dell’Amiu Sabino Persichella si sono recati in Questura per depositare una denuncia relativa ai fatti accaduti questa notte.

“Una volta verificate le postazioni e accertati i danni siamo venuti in Questura per presentare una formale denuncia – spiega il sindaco Antonio Decaro -. Le Forze dell’Ordine sapranno presto far luce su questo accaduto. Sia che si sia trattato di un gesto per fare pressioni sull’azienda che gestisce il servizio di raccolta o sull’amministrazione comunale, i responsabili devono sapere non ci facciamo intimidire da nessuno. Se invece si è trattato di un atto vandalico, parliamo di imbecilli che hanno fatto spendere tanti soldi all’azienda e quindi ai cittadini baresi. Le postazioni bruciate sono tutte in una zona centrale per cui non sarà difficile per gli inquirenti, trovare immagini riprese dalle telecamere che abbiamo, sia pubbliche sia private”.

Ed i danni per le casse comunali non sono stati certamente irrilevanti. Secondo una prima stima effettuata dai tecnici dell’Amiu, che fin dalle prime ore del mattino hanno effettuati i sopralluoghi insieme alle forze dell’ordine per quantificare il danno, questi si aggirerebbero certamente sopra i 10mila euro tra cassonetti, ripristino, lavoro dei dipendenti e naturalmente quelle che sono poi le conseguenze sugli altri servizi.

“Abbiamo dovuto far intervenire squadre per ripristinare il tutto e per controllare, oltre all’intervento dei vigili del fuoco – ha aggiunto il presidente Persichella -. Sono situazioni che non possiamo accettare sia che si tratti, appunto, del gesto di qualche sciagurato contro la città e ancora di più se dovesse essere un atto indirizzato a cambiare quelli che sono l’indirizzo, l’orientamento, la filosofia dell’Amministrazione comune e dell’Amiu sulla gestione del servizio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.