La quarta giornata di ritorno della Serie BKT vede il Brescia, nuova capolista dopo il successo di Pescara, che ospiterà un Carpi a caccia di punti salvezza.

Gara insidiosa per il Palermo, in questi giorni alle prese con una difficile cessione societaria (di ieri sera la fumata nera dell’imprenditore foggiano Raffaello Follieri, che sembrava ad un passo dall’acquisizione) che va in casa del Perugia.

Per il Lecce invece trasferta in casa di un Venezia che vuole cancellare in fretta il k.o. di Benevento che nell’anticipo di ieri sera hanno strappato tre punti nel derby campano con la Salernitana grazie ad un autorete di Micai.

Questo pomeriggio fari puntati sul Tombolato per Cittadella-Spezia e sullo Zini per Cremonese-Padova. Scontro salvezza tra Livorno e Cosenza mentre domenica sera l’Hellas Verona ospiterà il Crotone.

Il Pescara domani pomeriggio festeggierà le 300 panchine da professionista del suo allenatore Bepi Pillon allo Zaccheria contro un Foggia voglioso di dare continuità di risultati alla sua classifica e proseguire nella marcia verso la salvezza.

Dopo il buon pareggio di lunedì scorso nel posticipo contro il Palermo è tempo, per i pugliesi, di dare una ulteriore spallata ad un periodo di appannamento e ritrovare quel gioco che l’anno scorso ha reso possibile una incredibile rimonta che si era quasi trasformata nei playoff.

Nelle fila rossonere mancherà Alberto Gerbo (nella foto), appiedato dal giudice sportivo dopo il cartellino giallo di lunedì, così come gli infortunati Camporese, Zambelli e Tonucci. Ancora in dubbio Ngawa, uscito malconcio dalla gara del Barbera dopo uno scontro di testa con Haas. Per lui probabile panchina, con l’ingresso in campo dal primo minuto di uno tra Loiacono ed Ingrosso come destro di una difesa che potrebbe essere a 4 oppure a 3.

Non è piaciuto Kragl come esterno di attacco, ed in settimana sono stati provati sia il tradizionale 3-5-2 che un 4-4-2, entrambi moduli che valorizzano al meglio il tedesco come esterno di fascia e non lo limitano ad una triangolazione senza spazio nei pressi dell’aria di rigore avversaria.

Nel Pescara Pillon deve sostituire gli squalificati Gravillon e Del Grosso. In dubbio Fiorillo e Brugman mentre sono recuperati Mancuso e Kanoutè e dovrebbero essere entrambi nell’undici iniziale.

PROBABILI FORMAZIONI

FOGGIA (3-5-2): Leali; Billong, Martinelli, Ranieri; Ingrosso (Loiacono), Busellato, Greco, Deli (Agnelli), Kragl; Galano, Iemmello. A disposizione: Noppert, Sarri, Ngawa, Boldor, Agnelli, Marcucci, Chiaretti, Matarese, Cicerelli, Mazzeo. Allenatore: Pasquale Padalino.

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo (Kastrati); Ciofani, Campagnaro, Scognamiglio, Balzano; Memushaj, Brugman (Bruno), Melegoni; Marras; Mancuso, Kanoutè. A disposizione: Kastrati, Bellini, Bettella, Monachello, Perrotta, Crecco, Antonucci, Del Sole, Capone.
Allenatore: Giuseppe Pillon.

ARBITRO: Manuel Volpi di Arezzo (Damiano Margani di Latina e Michele Lombardi di Brescia). IV UOMO: Luca Massimi di Termoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.