Regionali del 2020. Emiliano incassa il via libera dei Verdi di Puglia. Intanto sono sospese le primarie di centrosinistra

0

Al momento l’unica candidatura in piedi per le regionali del 2020 è quella di Michele Emiliano che ieri ha incassato il via libera dei Verdi di Puglia (riunitisi in congresso) sul suo nome.

“Voglio ringraziare i Verdi di Puglia per l’invito al loro congresso e soprattutto per l’incoraggiamento ad andare avanti che oggi mi hanno dato. Non posso dimenticare quando assieme a loro abbiamo cominciato, nel 2004, la rivoluzione della città di Bari, della quale sono stato sindaco e nella quale abbiamo portato a termine insieme battaglie in difesa dell’ambiente importantissime come la demolizione di Punta Perotti, la bonifica della ex Fibronit, della spiaggia di Torre Quetta, dell’ex gasometro. Abbiamo ricordato tante cose belle oggi, a cominciare dalla memoria di Maria Maugeri. L’idea di proseguire questo cammino insieme mi rende più tranquillo e consapevole di ciò che abbiamo realizzato sino ad ora”.

Questo il commento del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano a margine del Congresso regionale dei Verdi Puglia, al quale ha portato il suo saluto. L’incontro è stato anche l’occasione per ribadire il comune impegno per la tutela dell’ambiente. Emiliano ha anche ringraziato per il sostegno che i Verdi hanno manifestato con riferimento alla sua ricandidatura alla Regione Puglia per il secondo mandato.

Candidatura che ad oggi non vede avversari, anche in virtù della sospensione delle primarie deciso dal tavolo politico del centrosinistra pugliese.

Inizialmente le primarie erano state fissate il 24 febbraio 2019 e ad oggi c’era solo la candidatura di Emiliano, che da diverse settimane sta spingendo moltissimo sulla questione, anche in previsione di blindare il suo nome e fare da collante di una coalizione prima degli appuntamenti elettorali del 2019.

“L’obiettivo – ha spiegato il segretario regionale del Pd, Marco Lacarra – è provare a ricucire con le altre forze di sinistra che sono ora in una fase critica”. Sarà quindi avviato un percorso programmatico che “da un lato – si legge in una nota della segreteria del Pd – risponda alle sollecitazioni che da più parti vengono rappresentate nell’azione del Governo regionale, dall’altro lato elabori un indirizzo di programma condiviso sui temi importanti per il Governo della Puglia, da proporre per la legislatura 2020-2025”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.