Capone al BIol: “presto una carta degli oli”

0

Inaugurato dall’assessore regionale al turismo Loredana Capone ieri mattina, 19 marzo, al museo Must di Lecce, la ventnunesima edizione del premio internazionale Biol.

“Fare partire da qui un messaggio di speranza, garantito dagli assaggiatori e dagli esperti presenti, che dica che l’olio è sempre buono e fa bene alla salute”, questo il motivo che ha portato la manifestazione per la prima volta in Salento. A spiegarlo a visitatori e stampa  il coordinatore Biol Nino Paparella.

A confronto 400 oli provenienti da 16 Paesi che saranno giudicati da 25 giurati internazionali che lunedì 21 marzo, nella degustazione finale, saranno affiancati da una giuria di bambini che assegnerà il premio “Biolkids” all’olio più gradevole per i palati giovani, legato all’omonimo progetto formativo che ha coinvolto in sette regioni oltre 1300 ragazzi delle scuole primarie. Loredana Capone ha assunto l’impegno di lavorare ad una carta degli oli che dia al consumatore la possibilità di conoscere anche le proprietà organolettiche dell’olio che si sta consumando, raccontando così la storia degli ulivi secolari della terra di Puglia.

Inevitabile anche il passaggio su xylella fastidiosa, da parte della Capone, chiarendo che “le problematiche che affliggono la nostra olivicoltura non incidono sulla qualità dell’olio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.