Mimmo Di Paola corre in soccorso dell’Fc Bari.L’imprenditore barese, ex amministratore unico di Aeroporti di Puglia e attuale consigliere del Comune di Bari, convoca una conferenza stampa e annuncia la propria volontà a scendere in campo, a mettere sul tavolo le proprie risorse e a provare a mettere in sicurezza il club di strada Torrebella, caduto in una crisi che potrebbe portare la società verso il fallimento.

Il Bari è a un giorno dal fallimento. Ieri sera l’ultimo Cda che non ha visto ancora Cosmo Giancaspro coprire il valore economico delle proprie quote in società. Nessuna ricapitalizzazione, nessun futuro per il Bari per ora.

“Io e la mia famiglia siamo disposti a mettere le nostre risorse a disposizione della squadra di calcio di questa città. – ha detto Domenico Di Paola – Siamo pronti a fare la nostra parte. In termini concreti, dico: mettendo mano al portafoglio. Non sono il grande finanziatore, il salvatore della patria capace di salvare il club con 5 milioni di euro ma, ad esempio, ho la possibilità di impegnarmi con una donazione. L’ho già fatto in passato con la Fondazione Petruzzelli. In quel caso furono 800mila euro. In questo caso, vedremo”.

Di Paola sarebbe intenzionato a mettere sul piatto almeno 500mila euro: “Mi metto in prima persona a fare la mia parte, – continua – rinunciando a ogni futura candidatura perché non voglio che ci sia l’ombra di una manovra politica. Serve un progetto nuovo che deve mantenere le promesse; la più grossa sofferenza della nostra città non è stata quella di non vedere la serie A o la Coppa dei campioni, ma di vedere disattese le promesse fatte”.

Condividi
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Rispondi