Le politiche per il turismo, un libro studia come fare

Il volume “Le politiche pubbliche per il turismo” costituisce un importante punto di riferimento per approfondire prassi e dinamiche attinenti la materia

0

Le politiche per il turismo, un libro studia come fareSempre più al centro del dibattitto politico e socio – economico, il turismo rappresenta in Italia, più in generale nel mondo, uno dei comparti a valore aggiunto, davvero in grado di fungere da volano per lo sviluppo di altri settori produttivi. Accanto all’imprenditoria privata, la pubblica amministrazione e’ sempre più chiamata a svolgere importanti compiti in tema di programmazione e pianificazione al fine di fornire politiche fruttuose nell’ambito dell’industria delle vacanze.
In tal senso, il volume “Le politiche pubbliche per il turismo” costituisce un importante punto di riferimento per approfondire prassi e dinamiche attinenti la materia. Edito da Carocci e curato da Emanuela Gasca e da Sara Levi Sacerdotti, il libro contiene alcuni casi di studio proposti da università ed enti italiani in occasione del convegno “The complexity of Tourism” che si è svolto alcuni anni fa all’Istituto superiore sui Sistemi Territoriali per l’Innovazione di Torino.
Il libro è strutturato in tre parti. Nella prima, “Turismo e politiche”, il turismo emerge come una politica che “vive” in relazione con altre politiche pubbliche. Nella seconda parte, “Turismo: ricerca di base”, vengono analizzati temi quali il turismo di qualità inteso come turismo per tutti, le diverse tipologie di domande afferenti a uno stesso attrattore e i rapporti che intercorrono tra il turismo e altri elementi come il capitale sociale e il web. Infine, nella terza parte, “Turismo: casi studio”, viene illustrata una serie di casi studio diversi per tema e per tipologia di analisi; alcune delle destinazioni analizzate sono la provincia di Oristano, la Basilicata, il Parco del Valentino a Torino, il centro storico di Firenze, il Parco del Vesuvio.
Un quadro rappresentativo di come il turismo si possa declinare come un integratore di politiche, azioni e competenze che non sono identificabili in uno specifico settore disciplinare, ma che spaziano tra diverse tematiche, pratiche ed esperienze.

Condividi

Nessun commento

Rispondi