Brindisi, sequestrate nel porto oltre 14mila bottiglie di prosecco

0

Bottiglie pronte e confezionate per essere immesse nel mercato italiano, con tanto di dicitura “made in Italy”, ma che di italiano non avevano nulla. E così una grossa partita di bottiglie di prosecco finisce sequestrato nel porto di Brindisi.

I finanzieri del Gruppo della Guardia di Finanza di Brindisi, in collaborazione con i funzionari della locale Agenzia delle Dogane, hanno sottoposto a controllo un camion con targa bulgara proveniente dalla Grecia.

Il mezzo, condotto da un cittadino bulgaro, attenzionato dal personale del Corpo nell’ambito di un’analisi sui flussi commerciali in entrata ed uscita dal porto di Brindisi, era diretto in Francia.

Il controllo fisico della merce consentiva di rilevare che il carico, costituito da 13.812 bottiglie (da 0,75 lt) di prosecco aveva: sulle scatole, la scritta “product of italy”, mentre sulle bottiglie, la dicitura “wine of italy” e “product of italy”.

Contattata la società produttrice del prosecco la stessa confermava che tutta la merce trasportata era stata prodotta con uve coltivate in Bulgaria. Sulla base delle evidenze investigative acquisite, le fiamme gialle ed i funzionari doganali sottoponevano a sequestro penale di tutte le bottiglie di prosecco.

Il conducente del mezzo, P.A. (68 anni), di nazionalità bulgara, veniva segnalato a piede libero all’A.G.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.