Scontro treni ad Andria, sono più di 20 le vittime, 50 i feriti

1

Sale a più di venti il numero delle vittime del terribile incidente avvenuto questa mattina tra i due convogli ferroviari di linea delle Ferrovie Nord Barese. Sarebbero oltre 50 invece i feriti, molti dei quali  incastrati nei convogli. Il numero è però ancora provvisorio e destinato ad aumentare. Trentacinque sono i feriti attualmente ricoverati ad Andria, cinque dei quali in prognosi riservata ed è in prognosi riservata anche una sesta persona ricoverata a Barletta. Almeno 10 persone sono ricoverate a Bisceglie.

 

Tra i feriti soccorsi negli ospedali di Andria, Barletta e Bisceglie, 18 dei quali in gravi condizioni, c’è anche un bambino di pochi anni portato in ospedale a bordo di un elicottero. Nella zona dell’incidente è stato allestito un ospedale da campo per i primi soccorsi. L’Azienda Sanitaria Locale ha messo a disposizione un coordinamento psicologico sia sul luogo della tragedia che negli ospedali in collaborazione con l’Ordine degli psicologi. Anche la Caritas diocesana di Andria ha portato il suo supporto ai parenti delle persone coinvolte nell’incidente aiutandoli a reperire notizie certe sui propri cari.

E a Bari e nelle altre città pugliesi è partita la corsa alla solidarietà con decine di persone riversate nei nosocomi locali per donare il proprio sangue. Servono donatori del gruppo 0 positivo. Almeno 50 fra volontari, personale interno e donatori abituali è accorso nella Sala Donazioni per contribuire a rimpinguare le scorte di sangue, già carenti in estate per un fisiologico calo delle donazioni

La Protezione civile della Bat rende intanto noto che presso il palazzetto dello sport in viale Germania ad Andria è allestito un centro di accoglienza per parenti delle vittime e un centro di informazione per il ricongiungimento familiare dei passeggeri. I numeri presso cui è possibile contattare i responsabili della struttura sono 331.171.31.03 – 0883.299.750 – 0883.299.416 e 0883.299.411.

1 commento

  1. Nell’ultimo anno noi pendolari siamo costretti a subire continui ritardi giustificati spesso dai lavori in corso o addirittura non giustificati lasciandoci senza spiegazioni senza alcun rispetto nei nostri confronti.
    Manovre spesso azzardate e improvvisate…..
    Sono più di 20 anni che viaggio e non è mai accaduto nulla. Nostalgia della sempre altissima professionalità dei “vecchi” dipendenti sempre cortesi e disponibili.

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.