Festa della donna, tulipani in Consiglio regionale per tutte le dipendenti

0

Tulipani, per tutte le dipendenti del Consiglio regionale. Fiori di colori diversi perché ogni donna è diversa, è l’omaggio del presidente Mario Loizzo e dell’Ufficio di Presidenza nella Giornata della donna. Con una frase, per ogni mazzettino: “Un pensiero per tante ferite, per dire grazie del vostro lavoro e per dare insieme tante risposte”.

Si tratta di “un piccolo risarcimento morale – ha detto Loizzo – per le tante discriminazioni che le donne subiscono in Puglia, in Italia nel mondo, le tante vessazioni, le tante violenze, palesi e occulte che sono costrette a sopportare”. Il presidente è intervenuto alla conferenza stampa della Commissione per le pari opportunità, nella Giornata ma anche nel “compleanno” dell’organismo di parità, insediato per la decima legislatura nel 2017.

Gli obiettivi di rispetto delle donne non sono stati raggiunti: grandi diritti e libertà oggi sono sanciti anche in nome moderne, ma restano difficilmente esigibili sul piano concreto e nelle relazioni di coppia è evidente, per Loizzo, “l’assoluta immaturità degli uomini nell’affrontare i traumi rapporti. L’allusione è al fenomeno del femminicidio, che segna le cronache.

Il Consiglio regionale è impegnato “nel suo piccolo” ha fatto presente il presidente, a valorizzare tutelare la componente femminile: ai vertici delle strutture amministrative dell’Assemblea legislativa le donne sono in maggioranza, un primato per il Consiglio ed è stato promosso l’anno scorso un corso di sensibilizzazione contro le molestie, per cercare di favorire comportamenti corretti tra colleghi di sessi diversi sul posto di lavoro.

Il presidente ha preso alcuni impegni concreti, annunciando una maggiore attenzione in bilancio alle esigenze degli organismi di parità ed il sostegno ad una ricerca sul campo, tra i dipendenti regionali, per fare il punto sulla valorizzazione della professionalità femminile, oltre che verificare i servizi da potenziare per consentire alle donne di svolgere al meglio la loro attività lavorativa senza discriminazioni. Un segmento ‘anonimo” della ricerca dovrebbe anche esaminare il fenomeno delle molestie.

E si dovrà mettere mano sollecitamente alla modifica della legge elettorale regionale, per prevedere la doppia preferenza, cercando di favorire una maggiore presenza di donne nel Consiglio regionale.

All’incontro è intervenuto in rappresentanza della Giunta regionale l’assessore al lavoro Sebastiano Leo. La commissione è incardinata presso l’Assessorato e non a caso, perché non ci può essere, ha osservato, “pari opportunità se non c’è lavoro”.

La presidente dell’organismo, Patrizia del Giudice, ha illustrato le attività svolte e quelle in programma: “continueremo a lottare ogni giorno per l’affermazione dei diritti di tutte, continueremo a pensare in positivo, a costruire un percorso a sostegno delle donne più deboli”.

Condividi
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Rispondi