Psr, la posizione di Agrinsieme dopo l’incontro in Regione

0

All’indomani dell’incontro fissato dall’Assessore all’Agricoltura della Regione Puglia sul Piano di Sviluppo Rurale Agrinsieme, organizzazione del settore a cui aderiscono CIA – Confagricoltura – Copagri – e Alleanza delle Cooperative ritiene che il ruolo di chi rappresenta le imprese agricole deve essere quello di fare proposte, di rivendicare le istanze del mondo agricolo, non di cavalcarne gli umori e il disagio.

“Questo oggi – dice Agrinsieme – sempre più spesso richiede di abbassare i toni per consentire di trovare soluzioni possibili. La demagogia non ci appartiene, siamo consapevoli che il PSR è lo strumento più importante di cui dispone la Regione Puglia per avviare politiche di sviluppo per il settore. Il PSR oggi ha un grave criticità nella sua attuazione, possiamo pensare di trovare delle soluzioni”.

“Ma la politica deve saper svolgere il proprio ruolo: “fare scelte”. Se saprà motivarle noi faremo la nostra parte. Non vogliamo nasconderci dietro le imprese come chi vuole fomentare la piazza nascondendosi dietro “slogan” (Basta Burocrazia) che vogliono dire tutto e niente. Il PSR è il più importante strumento di Programmazione per il settore agricolo e per le politiche ambientali e paesaggistiche nelle aree rurali. La sua riprogrammazione, la revisione del quadro finanziario se non limitata a operazioni di lieve entità è un atto di competenza del Consiglio Regionale che deve assumersi la responsabilità di una revisione finanziaria assumendosi la responsabilità di individuare modi strumenti e risorse”.

E dunque Agrinsieme propone che l’assessore attraverso la Giunta avanzi una proposta di priorità e che prenda in considerazione la possibilità di reperire nuove risorse finanziarie utilizzare altre forme di finanziamento valutando la possibilità di intervenire con un overbooking, attraverso la costituzione di un fondo di rotazione, coperto da aiuti di Stato (fondi nazionali o regionali). Fondo che potrà essere compensato in funzione dello stato di attuazione del Programma in chiusura di programmazione.

Per Agrinsieme la priorità è il mondo agricolo pugliese rappresentato, dalle imprese agricole singole ed associate, dalle sue strutture economiche, dalle cooperative, dalle O.P. dalle aziende di trasformazione che investono nello sviluppo del settore dove i giovani rappresentano un’opportunità perchè tutte le risorse sono essenziali per il rilancio dell’intero comparto.

Condividi
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Rispondi