Ryanair, piloti in sciopero in quattro paesi: a rischio i voli il 25 e il 26 luglio

0

Sciopero in vista per il personale Ryanair. I sindacati dei quattro paesi europei, Belgio, Italia, Portogallo e Spagna, che hanno proclamato lo sciopero del personale Ryanair si aspettano una partecipazione massiccia, tra i 4 e 5mila lavoratori, coinvolgendo così centinaia di voli che resterebbero a terra.

Conseguente negative saranno registrate così in buona parte delle 86 basi in 21 Stati. I giorni interessati sono il 25, per l’Italia, e il 26 luglio, per gli altri stati. Per il 12 luglio era già stato annunciato lo stop dei piloti basati in Irlanda.

La motivazione della protesta è “la richiesta di migliori condizioni di lavoro, il rispetto dei diritti per gli assunti di ciascuno Stato in cui opera la compagnia aerea e l’avvio di un tavolo per la negoziazione di un accordo collettivo”. L’azienda respinge le critiche e spiega che “le condizioni di lavoro dei dipendenti sono già tra le migliori del settore”.

Per Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” una vera e propria dichiarazione di guerra che potrebbe perdurare ancora a lungo tra l’azienda irlandese ed il proprio personale.

E’ indispensabile, dunque, per chi intende mettersi in viaggio sui voli del vettore low cost in quei giorni di controllare sui siti ufficiali degli aeroporti lo stato del volo per restare indenni e, eventualmente, prevedere delle alternative, quando possibile.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.