I giallorossi di mister Liverani tornano in campo oggi alle 16 a Martignano per riprendere gli allenamenti, dopo un periodo di riposo fatto di meritate vacanze e possibilità di rifiatare. Il primo girone ha visto il Lecce compiere degli sforzi non indifferenti. Tenere il passo delle prime della classe non è stato facile, se si esclude il Palermo attualmente in fuga e a +5 dalla seconda, anche se la gara al Via del Mare tra le due squadre ha confermato che, a livello di gioco, non c’è grandissima differenza.

La testa deve essere sgombra dalle voci di mercato, anche se non è facile. La caparbietà e il polso fermo di mister Liverani sono quasi una garanzia sul fatto che i calciatori rimarranno concentrati sul campo e lasceranno fuori dagli spogliatoi tutte le trattative, vere o presunte. Con questo spirito condurrà gli allenamenti e terrà sotto controllo i suoi ragazzi uno per uno.

E’ l’occasione per far conoscere al gruppo il greco Tachtsidis, primo (e unico per il momento) ingaggio della sessione invernale del mercato. Il centrocampista può agire in diversi ruoli, può dare il cambio a Petriccione, può giocare sull’esterno (del centrocampo a 3) o sulla trequarti. La sua grande esperienza può garantire, nei momenti delicati della stagione, che sicuramente arriveranno, affidabilità e sicurezza.

Quello che fa, però, più rumore è il calciomercato in uscita. Le situazioni scottanti di Lucioni e Mancosu ancora non definite potrebbero causare distrazioni, e questo è sicuramente il pericolo più grosso. La gara col Benevento non può essere preparata al 50 per cento, perché rappresenta già uno dei numerosi scontri diretti che nel girone di ritorno riempiranno il calendario del Lecce. Per dare una mano al gruppo e all’ambiente il presidente Saverio Sticchi Damiani qualche ora fa dal suo profilo Facebook ha scritto due parole uguali e cariche di significato: “Calma, calma” condite da due cuori uno giallo e uno rosso, ovviamente. E’ un segnale che va in più direzioni. Commenta il mercato ma anche, siamo sicuri, la situazione spogliatoio.

Ovviamente, a causa delle voci di mercato, la formazione che scenderà in campo è tutta da definire. Come detto la situazione a centrocampo è complessa, anche se l’ipotesi più probabile è che Liverani trovi una quadratura per far coesistere Tachtsidis e Petriccione. Il terzo dovrebbero essere Scavone, con Armellino (se non parte) e Arrigoni (molto richiesto anche lui) a provare a far cambiare idea al mister. In attacco se non arriva la nuova punta (si parla di Simy, Budimir, Ceravolo) Falco dovrebbe affiancare Palombi o La Mantia, con Mancosu (sempre se non parte) sulla trequarti. Diversamente, in caso di partenza del giocatore sardo Falco potrebbe prendere posto dietro le punte e i due attaccanti giocare entrambi.

In difesa altri punti interrogativi. Vigorito, dopo l’ottimo avvio (si ricorda solo un errore nella seconda giornata contro la Salernitana, a voler essere fiscali), è riconfermatissimo. Sulla linea davanti a lui tutto ruota intorno a Lucioni: se dovesse partire Bovo farà coppia con Meccariello o (eventualmente) con il nuovo acquisto (si parla di Paz del Bologna). Sulle fasce, salvo sorprese inaspettate, Venuti e Calderoni dovrebbero prendere il loro posto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.