Diabete, i nuovi sensori per il monitoraggio dell’insulina saranno a carico del Servizio Sanitario Regionale

0

I sensori per il rilevamento dell’insulina di ultima generazione in Puglia saranno a carico del Servizio Sanitario Regionale. Una buona notizia per gli oltre 27mila malati di diabete che necessitano di continue dosi di insulina per ripristinare i livelli normali nell’organismo.

I dispositivi, compresi nei nuovi Lea a carico del servizio pubblico sono stati presentati questa mattina da Michele Emiliano, insieme con il direttore del Dipartimento regionale Politiche della salute, benessere sociale e sport per tutti, Giancarlo Ruscitti, il commissario straordinario dell’Aress Giovanni Gorgoni e il responsabile scientifico, Direttore dell’Endocrinologia del Policlinico di Bari, prof. Francesco Giorgino, Emiliano ha illustrato anche “le nuove linee guida per l’utilizzo dei dispositivi per la somministrazione dell’insulina e il monitoraggio in continuo della glicemia nei pazienti affetti da diabete”, linee guida elaborate e approvate dal Tavolo tecnico regionale sulla diabetologia.

“La delibera che abbiamo approvato in Giunta è un provvedimento che consente equità, eguaglianza e giustizia – ha detto Emiliano – e di questo devo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato al Tavolo tecnico HTA il cui responsabile scientifico è stato il prof. Giorgino. Ma la cosa più straordinaria è stata la metodologia utilizzata per arrivare al risultato che stiamo presentando oggi. Un metodo di lavoro nel quale le associazioni dei pazienti, i tecnici, gli accademici hanno consentito alla Giunta, in un rapporto virtuoso tra la decisione politica e l’approccio scientifico alla decisione politica, di adottare un provvedimento all’avanguardia nel nostro paese. Speriamo che il principio di eguaglianza dei cittadini pugliesi di fronte al sistema sanitario nazionale, consenta a tutti di utilizzare queste nuove tecnologie che rendono la vita migliore. I pazienti siamo noi, quando i pazienti stanno meglio e le loro patologie croniche, come in questo caso, sono gestite bene, essi possono fare tantissime cose per tutto il resto della comunità”.

Sulla questione è intervenuto, con una nota, il consigliere regionale Luigi Morgante.

“Da oggi 27mila malati di diabete, quelli affetti dalle manifestazioni più gravi della patologia e costretti a fare ricorso all’insulina, distribuiti in maniera uniforme su tutto il territorio regionale, potranno usufruire dei sensori di ultimissima generazione per il monitoraggio flash e continuo della glicemia, che saranno a carico del Servizio Sanitario Regionale”.

“Una svolta – prosegue Morgante – attesa da tempo dagli interessati e dalle loro famiglie, dagli operatori e da numerose associazioni, delle cui istanze mi ero fatto interprete attraverso un’interrogazione presentata insieme ai miei colleghi del gruppo consiliare il 30 marzo dello scorso anno, recepita dal presidente Emiliano che ha poi mantenuto l’impegno preso. E in occasione della discussione del Bilancio di Previsione, a dicembre, un mio emendamento mirato a reperire le risorse necessarie è diventato articolo di legge”.

Condividi
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Rispondi