Ilva, i lavoratori tarantini vogliono l’accordo con Arcelor Mittal

0

Ampio nel consenso, un po’ meno nella partecipazione al volo. I lavoratori di Taranto hanno detto “sì” all’accordo con ArcelorMittal con il 94% di voti favorevoli al referendum di fabbrica. I votanti sono stati 6.866 su 10.820 aventi diritti: 6.452 i favorevoli, 392 i contrari, 12 gli astenuti e 10 le schede nulle.  La percentuale dei contrari è stata del 5,7%.

Una settimana intensa per Taranto e l’Ilva, dove sono state svolte le assemblee con tutti i lavoratori del gruppo per informarli dei contenuti dell’intesa e permettere loro di votare con consapevolezza l’accordo.

In totale sono state svolte 44 assemblee molto partecipate in tutti i siti italiani dell’Ilva, rispettivamente: 32 a Taranto, 3 a Genova, 4 a Novi Ligure, una rispettivamente nei siti di Marghera, Salerno, Padova, Milano e Racconigi coinvolgendo in totale circa 14mila lavoratori del gruppo Ilva in Italia.

“Esprimiamo grande soddisfazione per il risultato raggiunto, anche i lavoratori approvano l’intesa. Dopo 6 anni dal sequestro dell’area a caldo, 12 decreti salva Ilva e decine di scioperi, con l’approvazione dell’accordo da parte dei lavoratori, si chiude una delle vertenze più complesse del nostro Paese” si legge in una nota congiunta delle segreteria nazionali dei sindacati.

L’intesa raggiunta complessivamente porta in dote 4,2 miliardi di investimenti per il rilancio del siderurgico, 1,25 miliardi industriali, 1,15 miliardi ambientali a cui si sommano 1,2 miliardi sequestrati ai Riva per le bonifiche e l’ambiente.

Adesso tutto è pronto per il passaggio ufficiale di consegne, con la scadenza di domani (15 settembre) per la fine del commissariamento che significherà di fatto l’ingresso dei nuovi proprietari e l’avvio del cambiamento per il gruppo Ilva e le sue sedi, prima tra tutte quella di Taranto.

Condividi
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Rispondi