Canne della Battaglia, Mennea: “Un Parco per valorizzare la Puglia di Annibale e Federico II”

0

Promosso da ‘Confcooperative Cultura Turismo Puglia’ presto vedrà la luce un Parco turistico-culturale per valorizzare la Puglia di Annibale e Federico II.

“È stato dunque avviato un percorso di promozione del sito archeologico di Canne della Battaglia con iniziative di animazione che hanno visto il sostegno della Regione e del Teatro Pubblico Pugliese, nonché l’attiva collaborazione del Sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, della direttrice del Polo museale regionale della Puglia, Mariastella Margozzi e della direttrice dell’Antiquarium e Parco archeologico, Miranda Carrieri“.

A commentare la decisione è il consigliere regionale del Partito Democratico Ruggiero Mennea, dalla cui attività è scaturita la legge in materia.

In questo percorso si inserisce anche l’iniziativa “Echi della Battaglia” della Società Doc, che si avvale della più moderna tecnologia per organizzare visite e performance multimediali. Una modalità di fruizione, di esperienze suggestive e multisensoriali, che si candida a divenire un efficace strumento di valorizzazione e promozione del Parco Archeologico di Canne e non solo, potenziando e migliorando la capacità attrattiva a beneficio dei turisti e della popolazione residente.

“Queste attività si collegano ad una ampia strategia di valorizzazione, che punta alla rievocazione storica della Battaglia dei Cartaginesi di Annibale contro i Romani e in prospettiva anche alla candidatura a Patrimonio mondiale dell’Unesco. In questo scenario parte l’idea, promossa da ‘Confcooperative Cultura Turismo Puglia’, di creare un modello integrato e partecipato di valorizzazione del Patrimonio culturale dell’area, che comprende, oltre a Canne della Battaglia, Castel del Monte di Federico II, i siti archeologici di Canosa e il Museo archeologico di Trani”.

Il Parco turistico-culturale nascerà con il supporto di un partenariato pubblico-privato, che vedrà coinvolta, nello spirito della cooperazione, una rete di soggetti con al centro le imprese culturali.  Il piano di gestione, in fase di elaborazione, favorirà la crescita sociale ed economica di tutta l’area anche a fini turistici.

“Con la valorizzazione del Patrimonio storico-culturale – sottolinea Mennea – si può creare sviluppo sostenibile, in grado di generare non solo lavoro qualificato per i nostri giovani nei settori della cultura, del turismo e dei servizi innovativi, ma anche promuovere l’enogastronomia locale e tutte le eccellenze del territorio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.