Al Marco Polo di Bari termosifoni spenti e studenti a casa, L’intervento di Irma Melini

0

“Mentre il sindaco Antonio Decaro qualche giorno fa si preoccupava di farsi fotografare, insieme all’assessore Paola Romano, con le mani sui termosifoni delle scuole per dimostrare che sono state debitamente riscaldate, nella giornata di ci sono state ancora aule al gelo che non hanno permesso ad alcuni alunni di tornare fra i banchi, e ad altri di farlo ma con temperature bassissime. Il Marco Polo, a Poggiofranco, come la Mazzini-Modugno, in centro, vedono rispettivamente i ragazzi non recarsi a scuola per il freddo e i bambini raggelare a causa delle poche ore di riscaldamento garantite. Alla Marco Polo, poi, lamentano il mancato arrivo di ben 36 nuovi fan coil, oltre che un tardivo rifornimento di gasolio per quei pochi funzionanti”.

A parlare è Irma Melini, consigliere comunale di Bari, dopo le numerose segnalazioni di disservizi nelle scuole cittadini che, in questi giorni di rientro dopo la pausa per le festività natalizie, risultavano ancora con gli impianti di riscaldamento spenti.

“Questa mattina – ha sottolineato la Melini – mi recherò nelle due scuole per verificare la salubrità degli ambienti proprio rispetto alle lamentele dei genitori, a cui la politica di Decaro e dei suoi delegati riserva sempre e solo stucchevoli giustificazioni che non risparmiano disagi ai nostri ragazzi”.

“Mi auguro che il sindaco di Bari, nonché presidente della Città Metropolitana, faccia meno pubblicità su cose che dovrebbero essere scontate, come riscaldare le scuole di ogni ordine e grado, e sia invece più attento verso i nostri ragazzi e i nostri bambini”.

Così Irma Melini, consigliera comunale e candidato sindaco di Bari alle Amministrative 2019, sul malfunzionamento dei termosifoni in alcune scuole del capoluogo pugliese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.