Presentato a Bari EasyPal, la rivoluzione digitale per gli Enti Locali come open government

0

Presentato oggi presso la sede Anci di Bari il progetto EasyPal, rivoluzione digitale per gli Enti Locali. Presenti: il vicepresidente Anci Puglia, Francesco Crudele, l’assessore regionale allo sviluppo economico, Cosimo BorracinoEmanuele Caratta (Servizi Locali Spa), Luca Mainetti, (Università del Salento),Gianfranco Lopane (Sindaco di Laterza).

Il progetto EasyPal è stato finanziato dalla Regione Puglia, assessorato Sviluppo Economico, nell’ambito del bando “Innolabs”, volto alla prototipazione di un “Ecosistema di Servizi digitali in Cloud per i Cittadini e la Pubblica Amministrazione Locale”. Tale progetto, rientra all’interno della Smart Specialization Strategy della Regione Puglia per impiegare leve strategiche ed attivare il nuovo modello di sviluppo economico basato su un “uso intelligente, inclusivo e sostenibile delle tecnologie”, in particolare, la “digitalizzazione come acceleratore dell’intelligenza delle comunità locali e strumento per l’open government”. EasyPal è un progetto realizzato in partnership tra Servizi Locali Spa (capofila), Università del SalentoSBSoft Srl, Comune di AltamuraComune di LaterzaComune di PalagianelloConfcommercio Terra di Bari, GAL “Luoghi del mito e delle Gravine”.

“Sono fiero di aver dato il contributo dell’Assessorato allo Sviluppo per il progetto EasyPal – afferma Cosimo, Borraccino, Assessore Attività Produttive Regione Puglia. – Il bando aveva la finalità di finanziare progetti pilota di sperimentazione di soluzioni innovative e coinvolgeva i tre principali sistemi territoriali di riferimento della SmartPuglia 2020. Il pregio di questo progetto è quello di promuovere l’inclusività e la sostenibilità delle tecnologie, favorendo in definitiva la partecipazione dei cittadini e delle imprese nei servizi della Pubblica Amministrazione”.

Francesco Crudele, vicepresidente Anci Puglia e sindaco di Capurso, sottolinea che: “Anci Puglia collabora alla promozione del Progetto EasyPal poiché ritiene prioritario sviluppare il sistema digitale regionale partendo dai Comuni e dal loro know how amministrativo, per realizzare l’innovazione socio economica, attraverso l’interoperabilità della PA locale, la digitalizzazione dei processi amministrativi e dei servizi pubblici. L’innovazione, soprattutto nelle aree interne e nei piccoli centri, è una leva di contrasto del fenomeno dello spopolamento perchè favorisce il controesodo. Per Comuni e cittadini è una sfida decisiva che stimola l’azione amministrativa, favorisce l’innovazione sociale e la partecipazione attiva dal basso. Digitalizzazione determinante in ottica sanità e welfare, l’innovazione è strategica per un paese moderno, per migliorare i servizi alla cittadinanza in termini di accessibilità, efficienza e trasparenza, quindi, per realizzare concretamente Progettti di Smart City. Importante completare in Puglia la copertura della Banda Ultra Larga; la riduzione del divario digitale, la velocità e ove possibile, la gratuità delle connessioni, favoriscono il diritto di accesso ad internet e, ciò può essere determinante per abbattere le disuguaglianze sociali a vantaggio delle categorie deboli e svantaggiate. Come affermava il presidente Mattarella qualche tempo fa, tutte le amministrazioni della Repubblica, ai vari livelli devono adoperasi in questo senso poiche’: “garantire la Costituzione significa colmare divario digitale interno”.

“EasyPal è il programma strategico – spiega Emanuele Caratta (Servizi Locali Spa) – con cui ogni amministrazione locale potrà definire gli elementi principali per l’innovazione tecnologica delle infrastrutture e dei servizi online della Città. Tale progetto si ispira a livello europeo all’Agenda Digitale Europea, e a livello nazionale all’Agenda Digitale Italiana. Il progetto, dunque, propone di sviluppare un modello di comunicazione digitale della Pubblica Amministrazione attraverso la contaminazione del profondo e funzionale know how dei processi di gestione degli Enti Locali da parte dei promotori del progetto, con le reali esigenze di cittadini, associazioni e imprese, grazie a un metodo basato sull’innovazione digitale aperta e il coinvolgimento attivo dei cittadini”.

“L’Italia è terzultima in Europa – aggiunge Luca Mainetti, (Università del Salento) sul Digital Economy and Social Index, che misura lo stato di attuazione dell’agenda digitale (rapporto Osservatori.net Agenda Digitale 2016). La Regione Puglia pur distinguendosi positivamente, in questo panorama, ha finanziato un progetto di ricerca straordinario per i servizi legali alle comunità locali. L’integrazione delle infrastrutture immateriali come SPID per la gestione delle identità̀ digitali, PagoPA per i pagamenti elettronici verso la PA, e l’ANPR come banca dati unica delle informazioni anagrafiche dei cittadini residenti, sarà un volano potentissimo di una digitalizzazione “amica dei cittadini” dei servizi della PA”.

“I motivi che hanno indotto la mia comunità – conclude Gianfranco Lopane (Sindaco di Laterza) – a sposare il progetto EasyPal sono da ricercare proprio nelle sue potenzialità, poiché non sarà possibile ipotizzabile una gestione della rivoluzione digitale, se non si parte dal basso e dall’avvio di progetti funzionali al servizio dei cittadini. Bisogna affidare ai cittadini, l’uso delle piattaforme web e degli open data, gli strumenti per partecipare alla vita pubblica in modo consapevole, condividere le informazioni, i dati, il sapere, giudicare costantemente la qualità dei servizi e il processo di innovazione. Ecco la vera rivoluzione digitale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.