Lecce, approvata una mozione per devolvere il 5% degli amministratori locali all’inclusione sociale

0

Il Consiglio comunale di Lecce ha approvato la mozione per la riduzione volontaria della indennità degli amministratori locali da utilizzare per beni, servizi e progetti di inclusione sociale attiva da destinare alle fasce deboli della città.

“Una grande vittoria – commenta Massimo Fragola, Capogruppo di Andare Oltre, presentatore e promotore della mozione – che condivido con tutta l’Amministrazione e specialmente con i colleghi firmatari della mozione: Marco De Matteis (Sveglia Lecce), Antonio Finamore (Prima Lecce), Marco Giannotta (Un’altra Lecce), Marco Nuzzaci (UDC)”.

La decurtazione del 5% delle indennità sarà su base volontaria, lasciando ampia e libera scelta al singolo amministratore se aderire o meno. Il bene della comunità cittadina deve essere sempre il punto di riferimento del buon amministratore, l’inizio e la fine della sua missione, la ragione per cui è stato eletto dal popolo.

“Nessuna imposizione dall’alto – ribadisce Fragola – la devoluzione di questa piccola somma di denaro sarà assolutamente volontaria perché la solidarietà non consiste nell’elemosina, ma in un sentire spontaneo che muove l’Amministratore verso i propri concittadini più bisognosi. Stimiamo che se ogni Amministratore deciderà di aderire all’iniziativa ogni anno verranno messi a disposizione del progetto oltre 55mila euro”.

“Siamo fiduciosi sul buon esito dell’operazione – dichiara Ivan Sergi, Segretario cittadino di Andare Oltre – perché l’istituzione del Fondo di Solidarietà consentirà di offrire beni e servizi a chi ne avrà realmente bisogno, ma stiamo già lavorando anche su nuovi progetti di inclusione sociale attiva della popolazione tutta, soprattutto delle fasce in difficoltà”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.