Tap: a Bari è scontro verbale tra Michele Emiliano e Barbara Lezzi

0

E’ la Tap in queste ore il terreno di scontro politico più aspro in Puglia. Dopo le contestazioni al ministro Lezzi, le manifestazioni nei pressi del cantiere, oggi si è sfiorata la rissa verbale a Bari tra il ministro per il Sud, Barbara Lezzi (M5S) e il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano (Pd), sulla Tap.

Il ministro ha parlato di una “bella sceneggiata” riferendosi all’appello fatto ieri su facebook da Emiliano all’ex parlamentare pentastellato Alessandro Di Battista riguardo al futuro di Tap. Il presidente ha replicato dandole della “maleducata”, dicendole di aver “portato offesa alla Regione Puglia” e chiedendole di scusarsi.

Tap: a Bari è scontro verbale tra Michele Emiliano e Barbara LezziEmiliano aveva invitato sui social Di Battista a “metterci la faccia”. “Ho bisogno dell’aiuto di Alessandro Di Battista. Vorrei incontrarlo .- ha detto – parlargli. Trovare una strategia comune. Abbiamo idee diverse, è vero, ma tra lasciare il mondo come sta e trovare un posto dove il gasdotto fa meno danni, secondo me è meglio unire gli sforzi per spostarlo più a nord”.

“Quello che non posso accettare è che i pugliesi che hanno votato M5S – tra i quali tanti miei amici ed elettori- siano stati presi in giro. Tutti sapevano o dovevano sapere anche all’epoca di questo comizio (nello scorso aprile n.d.r.) che il Tap non si poteva bloccare a causa di un accordo internazionale di molti anni fa. Adesso Di Battista deve metterci la faccia accanto a noi pugliesi e provare a spostare l’approdo in una zona meno dannosa”.

Il litigio è avvenuto mentre i due erano seduti fianco a fianco nella sede della presidenza della Regione Puglia a Bari, durante una conferenza stampa convocata al termine di un incontro sul progetto del nodo ferroviario di Brindisi.

Nei giorni scorsi invece il ministro Lezzi era stata contestata a Lecce durante un incontro in Università da parte di alcuni No-Tap.

Condividi
#raccontiamolapuglia. Quotidiano online indipendente di carattere generalista con un occhio particolare alle tante eccellenze della nostra regione.

Nessun commento

Rispondi