Mastro Panettone, a Turi si incorona il miglior panettone artigianale d’Italia

0

Con l’uvetta o la crema, tradizionale o creativo, con la migliore frutta candita e qualche segreto che ogni pasticciere nasconde gelosamente. Tutti rigorosamente natalizi e tutto dal gusto inconfondibile. Una specialità come quella del panettone, che da tipicamente milanese è stata declinata in ogni modalità e in tutte le regioni. Soprattutto quando dietro un panettone c’è il lavoro artigianale di un mastro pasticcere: allora il successo è d’obbligo!

I migliori panettoni artigianali d’Italia saranno premiati lunedì 5 novembre 2018 presso Villa Menelaoa Turi (BA), la location scelta quest’anno per l’evento finale della seconda edizione di “Mastro Panettone”, manifestazione organizzata da Goloasi.it che riunisce maestri pasticceri provenienti da tutta Italia per scegliere e premiare il panettone artigianale più buono dell’anno nelle categorie “Miglior panettone artigianale tradizionale” e “Miglior panettone artigianale creativo al cioccolato”.

L’appuntamento è a partire dalle ore 15:00 con “Mastro Panettone in festa”, novità dell’edizione 2018 del concorso, che consentirà al pubblico interessato di assaggiare e di acquistare i panettoni artigianali in gara e arrivati in finale. Si tratterà di un percorso di degustazione che permetterà di scoprire le più buone rivisitazioni di questo famoso dolce della tradizione. Partecipare sarà un piacere per gli occhi e per il palato, nonché un’occasione per scegliere le bontà con cui festeggiare il Natale o da mettere sotto l’albero come regali natalizi.

Presso Villa Menelao saranno anche decretati i vincitori delle due categorie del concorso fra i finalisti selezionati nella prima fase dalla commissione tecnica formata da Vincenzo TiriAlfonso PepeGiuseppe ManciniEustachio SaponeGiuseppe Russi e Marco Picetti, sulla base del rispetto del disciplinare e sulla creatività (per quello al cioccolato), del peso, della qualità degli ingredienti, del gusto, della forma, della sofficità, del profumo, dell’alveolatura, del taglio e della cottura.

Ben 100 i panettoni tradizionali in concorso e 90 quelli al cioccolato, prodotti da pasticcerie artigianali di tutta Italia, che la giuria ha dovuto valutare nell’edizione 2018 di “Mastro Panettone”. 17, inoltre, i tradizionali e 20 quelli al cioccolato che saranno valutati in occasione della finale del 5 novembre, quando al giudizio dei professionisti del settore si aggiungerà anche quello della giuria popolare di qualità, per stabilire i migliori panettoni artigianali d’Italia dell’anno.

“Per questa seconda edizione abbiamo voluto elevare ulteriormente il livello dei giudici, ma anche quello dei partecipanti. Per questo abbiamo inserito nel regolamento l’obbligo di utilizzo del lievito madre e di canditi senza anidride solforosa. Non poche, infatti, sono state le difficoltà dei giudici nel selezionare i finalisti fra tanti panettoni di altissima qualità. –  ha commentato Massimiliano Dell’Aera, fondatore di Goloasi.it – Una grande soddisfazione questa, visto l’obiettivo di crescita della categoria che ci poniamo come fine ultimo dell’evento. Ciò che contraddistingue Mastro Panettone dagli altri concorsi, inoltre, è la mancanza di vincoli nell’utilizzo delle materie prime. Nonostante siamo affiancati da importanti sponsor, infatti, i partecipanti non hanno nessun obbligo, questo perché riteniamo che in gara debba esserci lo stesso panettone che sarà in commercio”.

Importante anche il risvolto sociale della manifestazione, che oltre a promuovere prodotti di qualità si impegna a consegnare parte dei panettoni in concorso a importanti strutture di sostegno sociale del territorio come la Caritas, la Fondazione ONLUS “Saverio De Bellis” di Castellana Grotte e Villa Eden – Residenza Socio Sanitaria Assistenziale di Turi.

“Masto Panettone” vanta, inoltre, la partnership di numerosi sponsor leader internazionali, fra i quali i main sponsor Agrimontana, Bombonette, Molino Merano e Dimarno Group.

Tutte le informazioni sull’evento sono sul sito www.mastropanettone.it e sulla pagina Facebook.

Elenco finalisti

Categoria “Miglior panettone tradizionale”

  • Francesco Borioli – Infermentum (Stallavena – VR)
  • Pietro Netti – Pasticceria Chantilly (Castellana Grotte – BA)
  • Andrea e Michele Labbate – Cremeria Labbate & Mazziotta (Agnone – IS)
  • Angelo Digrottola – L’Arciere Rosso (Venosa – PZ)
  • Bruno Andreoletti – Pasticceria Andreoletti (Brescia – BS)
  • Domenico Manfredi – Pasticceria D’Elia (Teggiano – SA)
  • Fiorenzo Ascolese – Panificio Ascolese (San Valentino Torio – SA)
  • Gianfranco Nicolini – Pasticceria Romana (Porto Recanati – MC)
  • Giuseppe Mascolo – Pasticceria Mascolo (Visciano – NA)
  • Mario D’Oria – Profumi dal Ponte (Alberobello – BA)
  • Nilde Diciolla – Nilde Pasticcerie (Tantanto – TA)
  • Rocco e Ezio Calciano – Pasticceria Calciano (Tricarico – MT)
  • Roberto Rigacci – Rigacci ’48 (Cerbaia – FI)
  • Stefano Priolo – Casa Priolo (Bojano – CB)
  • Stefano Lorenzoni – Pasticceria Arte Dolce (Monte San Savino – AR)
  • Valerio Vullo e Andrea Galvagno – Cafè Sauvage (Catania – CT)
  • Alessandro Marigliano – Dolciaria Marigliano (San Giuseppe Vesuviano – NA)

Categoria “Miglior panettone creativo al cioccolato”

  • Alessandro Slama – Ischia Pane (Ischia – NA)
  • Annibale Memmolo – Pasticceria Memmolo (Mirabella Eclano – AV)
  • Davide Volpati – Pasticceria Volpati (Biandrate – NO)
  • Domenico Lopatriello – Pasticceria Mirò (Montalbano Jonico – MT)
  • Fabio Ciriaci – Gusto Madre (Alba – CN)
  • Federico Perrone – Giuri’ss (Salice Salentino – LE)
  • Francesco Borioli – Infermentum (Stallavena – VR)
  • Fiorenzo Ascolese – Panificio Ascolese (San Valentino Torio – SA)
  • Giuseppe Mattiace – Pasticceria Mattiace (Toritto – BA)
  • Josè Lerario – Caffè Roma (Putignano – BA)
  • Maria Concetta Giallombardo – Briciole di Pane (Caccamo – PA)
  • Luigi Giannotti – Giannotti (Bovino – FG)
  • Mariastella Fiorino – Pasticceria Fiorino (Palmi – RC)
  • Mirco Servadei – Fred & Wilma (Faenza – RA)
  • Nicola Covella e Vincenzo Barone – Covella Pasticceria (Gioia del Colle – BA)
  • Pietro Netti – Pasticceria Chantilly (Castellana Grotte – BA)
  • Salvatore Mancuso – Pasticceria Arte Golosa (Sarno – SA)
  • Tommaso Perrucci – Bar Roma (Cerignola – FG)
  • Valerio Vullo e Andrea Galvagno – Cafè Sauvage (Catania – CT)
  • Vito Micoli – Dolce Passione (Locorotondo – BA)

Commenta l'articolo

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.