Serie B: Caputo si abbatte sul Foggia. L’Empoli passa 3-0 ed allunga in vetta

0

Ciccio Caputo, altamurano doc, sta vivendo una stagione d’oro ad Empoli. Acquistato ad inizio stagione per vincere il titolo di capocannoniere e portare l’Empoli di nuovo in serie A. E Caputo ce la sta mettendo tutta. Oggi con il suo Empoli è stato protagonista di una gara concreta e molto ordinata allo Zaccheria.

Una vera e propria macchina da guerra, l’Empoli, capace di segnare 71 reti in campionato e di allungare la sua imbattibilità a 19 partite di fila, per una classifica che ride per i biancoazzurri che vedono tutti dall’alto in basso.

Il Foggia non è stato a guardare. Ci ha provato dopo aver subito il primo gol, ed è stato capace di creare tanto in attacco. Ma uno dei problemi dei rossoneri in questo periodo della stagione è la scarsa capacità di trasformare tutto il lavoro fatto in gol. Mazzeo non sta attraversando un buon momento, Beretta è perennemente in panchina, Nicastro si muove e corre per tutta la gara, ma non ha la fisicità del centravanti d’area di rigore.

Dall’altra parte del campo Zajc si dimostra giocatore in crescita, Rodriguez non sta facendo rimpiangere Donnarumma e Caputo sottolinea in ogni suo tocco di essere un calciatore che in B sembra sprecato.

La cronaca parla di un netto tre a zero per una squadra che non perde da 19 turni ed ha infilato allo Zaccheria la quinta vittoria di fila.

Quando c’è stato da colpire l’Empoli ha dimostrato la sua pericolosità con Zajc cogliendo prima un palo e poi un gol a cavallo del quarto d’ora. Il Foggia, come spesso accade, dopo un gol subito ci ha provato e si è riversato nella metacampo empolese e sfiorando anche il pareggio con Nicastro e Kragl. Ma l’Empoli sa chiudersi e soffrire e sa come ripartire. Nel finale del primo tempo Caputo si mangia un gol clamoroso e si va all’intervallo con i toscani in vantaggio con merito.

Nella ripresa il Foggia ci prova subito e cerca di rendersi pericoloso. Ma all’8′ Martinelli non controlla una palla che sembrava agevole e Rodriguez supera nuovamente Guarna. Mettendo di fatto la parola fine al match.

I ragazzi di Andreazzoli non corrono troppi rischi, e la difesa a quattro tiene bene i tentativi del Foggia, peraltro fumosi e senza concretezza. Caputo ci prova ancora. Si vede che vuole il gol ed il successo nella sua Puglia ed alla fine, a 4 minuti dalla fine, viene premiato con un gol di rapina: Brighi tira da fuori area, Guarna respinge in mianiera non impeccabile ed è facile per Caputo siglare il tre a zero e prendersi gli applausi dei suoi tifosi quando Andreazzoli lo chiama fuori nel finale.

Una sconfitta netta nel punteggio e nel gioco per il Foggia, che ha messo in campo tutte le sue possibilità che però non sono bastate a contrastare la squadre decisamente meglio attrezzata per vincere il campionato di serie B.

L’Empoli ha fatto una partita da capolista. Ha spinto nei momenti giusti, ha rifiatato, ha fatto sfogare gli avversari, ha stretto i denti ed è sempre ripartito con grande presenza. Tre gol ed un primato in classifica meritato. Ed alla fine anche gli sportivi dello Zaccheria hanno applaudito la squadra toscana.

Condividi
Coordinatore Redazionale del progetto PugliaIn.net. Socio fondatore dell'Associazione Scritture Digitali, in passato giornalista per il Movimento, Roma, il Patto, il Resto, l'Indipendente, Puglia d'Oggi, Cerca la domanda scomoda da fare nel momento peggiore.

Nessun commento

Rispondi